Negli ultimi anni il numero di imprese femminili in Alto Adige è aumentato costantemente. Nel 2020 la crescita è stata pari allo 0,8 percento, nonostante la pandemia da Covid-19. Con un’indagine nei territori dell’Euregio Tirolo, Alto Adige e Trentino, nei prossimi mesi verranno esaminati gli effetti della crisi dovuta al Covid-19 sulle imprenditrici.

Alla fine del 2020 le imprese femminili iscritte alla Camera di commercio di Bolzano erano 10.765, ossia il 18 percento del totale delle imprese in Alto Adige. La maggior parte di esse opera nel settore alberghiero e della ristorazione (27,3 percento), nell’agricoltura (25,8 percento) e nei servizi (23,8 percento). Lo scorso anno il numero di imprese femminili è aumentato dello 0,8 percento. La crescita percentuale maggiore si è registrata nel settore trasporto e magazzinaggio con un incremento del 5,1 percento, che tuttavia in cifre corrisponde solamente a un aumento da 118 a 124 aziende a causa del basso numero di imprese femminili attive in questo settore.



L’IRE – Istituto di ricerca economica della Camera di commercio di Bolzano – condurrà, nei prossimi mesi, un sondaggio tra gli imprenditori e le imprenditrici dell’Euregio Tirolo-Alto Adige-Trentino. L’indagine mira a rispondere alle seguenti domande: gli impatti economici della pandemia di Covid-19 hanno messo più in difficoltà le imprenditrici rispetto agli imprenditori? I maggiori oneri relativi alla cura e alle responsabilità domestiche sono stati assorbiti principalmente dalle imprenditrici?

“L’indagine ci aiuta a capire meglio il ruolo delle donne nell’economia e, qualora si riscontrassero degli squilibri, a formulare proposte per migliorare la situazione”, spiega Marina Rubatscher Crazzolara, Presidente del Comitato per la promozione dell’imprenditoria femminile della Camera di commercio di Bolzano.

Il Presidente della Camera di commercio Michl Ebner aggiunge: “Siamo lieti che il numero di imprese femminili in Alto Adige sia in crescita. Il fatto che nel nostro territorio sempre più donne siano a capo di un’impresa è un grande arricchimento per l’economia locale.”

Iniziative della Camera di commercio per rafforzare l’imprenditoria femminile
Nell’ambito dell’iniziativa “Donna nell’economia”, il WIFI organizza diverse sessioni formative dedicate a imprenditrici, libere professioniste, donne in carriera e donne che intendono mettersi in proprio. Ogni anno l’evento saliente della manifestazione è l’incontro Donna nell’economia: durante l’evento online in programma il 25 marzo 2021 donne di tutti i settori avranno l’opportunità di ricevere impulsi preziosi da rinomati esperti ed esperte e fare networking.
Le iniziative del Comitato per la promozione dell’imprenditoria femminile puntano a rafforzare la creazione d’impresa da parte delle donne, a promuovere imprenditrici e donne in posizioni dirigenziali, nonché a consolidare la posizione delle donne nelle imprese. Inoltre, il servizio audit famigliaelavoro offre un sostegno professionale alle aziende circa l’introduzione di misure per conciliare famiglia e lavoro.

Nota metodologica
Si considerano “femminili” le imprese in cui il controllo e/o la proprietà sono detenuti in prevalenza da donne. Si noti che le imprese restanti non sono necessariamente “maschili”, in quanto possono essere controllate allo stesso modo da uomini e donne o da persone giuridiche.