I dati sui consumi di energia elettrica in Alto Adige evidenziano gli effetti del lockdown nella scorsa primavera e la successiva ripartenza dell’economia. Ad aprile il consumo di energia elettrica (escludendo ferrovie e abitazioni private) è stato inferiore del 29 percento rispetto allo stesso mese del 2019, ma ad agosto e settembre i consumi sono ritornati su livelli in linea con quelli dello scorso anno.

L’IRE – Istituto di ricerca economica della Camera di commercio di Bolzano riceve dalla società di distribuzione Edyna S.r.l. dati aggiornati sul consumo di energia elettrica delle imprese e delle famiglie altoatesine. Tali dati sono molto utili per analizzare l’andamento dell’economia: i consumi energetici mostrano chiaramente sia il crollo dell’attività della scorsa primavera, sia la successiva ripresa.



Dopo che tra marzo e giugno i consumi di energia elettrica delle imprese erano stati assai più bassi dello scorso anno, il dato di agosto è stato solo leggermente inferiore ai livelli del 2019 e quello di settembre addirittura leggermente superiore. Da ciò si desume come all’inizio dell’autunno l’attività economica fosse tornata in linea con lo scorso anno.

Osservando i singoli settori economici, si rileva come a settembre 2020 i consumi energetici nel comparto manifatturiero (+3,7 percento) e nell’agricoltura (+11,9 percento) fossero superiori rispetto allo stesso mese del 2019. Per contro il turismo, che a primavera aveva fatto registrare un crollo dei consumi in coincidenza con il lockdown, al termine dell’estate risultava ancora al di sotto dei livelli dello scorso anno (-6,8 percento a settembre). Nel commercio i consumi energetici sono stati inferiori al 2019 da marzo ad agosto, e solamente a settembre sono tornati in linea con lo scorso anno.



Il consumo di energia elettrica delle famiglie è stato naturalmente assai più costante. In questo caso si riscontra anzi un leggero aumento rispetto allo scorso anno nel periodo tra marzo e aprile, dovuto al maggior tempo trascorso in casa durante il lockdown.

I dati sul consumo di energia elettrica saranno costantemente pubblicati nel Rapporto mensile dell’IRE. Il Rapporto è accessibile sul sito web dell’IRE e contiene i dati più aggiornati sull’economia altoatesina.

“Desideriamo ringraziare Edyna, e in particolare il Direttore generale Luis Amort, per la preziosa collaborazione. Con i dati sul consumo di energia elettrica disponiamo di un ulteriore importante strumento per migliorare qualitativamente il monitoraggio dell’economia altoatesina”, afferma il presidente della Camera di commercio Michl Ebner.

Nota sui dati
Edyna è responsabile della distribuzione dell’energia elettrica in 96 dei 116 comuni altoatesini, con una quota del 70 percento sul totale dei consumi. Complessivamente, Edyna distribuisce elettricità ad oltre 232.000 utenti.



Escludendo le ferrovie, il consumo di energia elettrica è riconducibile per circa il 6 percento all’agricoltura, per il 23 percento al comparto produttivo (manifattura ed edilizia), per il 7 percento al settore “energia e ambiente”, per il 7 percento al commercio, per il 5 percento ai trasporti e per il 14 percento agli alberghi e ristoranti. Gli altri servizi, pubblici e privati, contribuiscono per il 19 percento, così come le utenze domestiche.
I consumi energetici delle ferrovie sono stati esclusi dall’analisi.